venerdì 27 gennaio 2017

Recensione - L'usignolo-


Autore: L'usignolo

Titolo:  Kristin Hannah

Casa Editrice: Mondadori

Collana :  Omnibus

Genere:  Romanzo, letteratura, storico.

Pagine: 468

Formato: Rilegato

Costo:  19,00 €, ma io l'ho pagato poco meno della metà. E' disponibilr in e-book, e adesso è uscita la versione economica.



Trama:

Nel tranquillo paesino di Carriveau, Vianne Mauriac saluta il marito Antoine che si sta dirigendo al fronte. Non credeva che i nazisti avrebbero attaccato la Francia, ma di punto in bianco si ritrova circondata da soldati tedeschi, carri armati, aerei che scaricano bombe su innocenti. Ora che il Paese è stato invaso, Vianne è obbligata a ospitare il nemico in casa sua: da quel momento ogni suo movimento è tenuto d'occhio, lei e sua figlia sono in costante pericolo. Senza più cibo né denaro, in una situazione di crescente paura, si troverà costretta a prendere, una dopo l'altra, decisioni difficilissime. Isabelle, la sorella di Vianne, è una diciottenne ribelle in cerca di un obiettivo su cui lanciarsi con tutta l'incoscienza della giovinezza. Mentre lascia Parigi insieme a migliaia di persone, incontra il misterioso Gaetan, un partigiano convinto che i francesi possano e debbano combattere i nazisti. Rapita dalle idee e dal fascino del ragazzo, Isabelle si unirà alla Resistenza senza mai guardarsi indietro, non considerando i rischi gravissimi a cui andrà incontro. "L'usignolo" racconta di due sorelle distanti per età, esperienze e ideali, ognuna alle prese con la propria battaglia per la sopravvivenza ma entrambe alla ricerca fiduciosa dell'amore e della libertà.



Recensione:

Sapendo della mia passione per la lettura molte persone, anici, parenti, colleghi, mi danno spesso consigli di lettura. E anche  quando giro per blog mi capita  di seguire i consigli di altri lettori o lettrici e di scovare in questo modo dei bei libri che di mio non avrei mai provato. A volte sono letture che non piacciono,altre volte sono delle belle letture. Altre volte sono capolavori.


''Non è di dimenticare che abbiamo bisogno.
Ma di ricordare''

Se vi state chiedendo se L'usignolo rientri in quest'ultima categoria la risposta è Si, si,  si...decisamente si.! Ne avevo sentito parlare da molti in modo eccellente, tra cui la nostra amatissima Rowan, ma neanche lontanamente mi sarei aspettata una  cosa così coinvolgente.
La storia narrata in questo libro è ambientata durante la Seconda Guerra Mondiale e narra di come due sorelle l'abbiano affrontata. Vianne e Isabelle sono lontane per età , caratare e mentalità, e si scontreranno spesso. Ma sono entrambe donne molto forti e salde, e la guerra tirerà fuori da entrambe tutto il loro coraggio e il meglio di loro, e alla fine  si scopriranno più simili di quanto chiunque potesse pensare.
Non è semplice affrontare la lettura del libro della Hannah: è una storia coinvolgente, piena di amore e di speranza certo, ma anche di dolore, di sofferenza e di terribili atrocità  Mentre si leggevo mi chiedevo come tanta gente abbia potuto sopportare tante cose orribili, e mi ha fatto anche pensare che noi siamo persone fortunate perché non abbiamo patito la fame,  non ci hanno ucciso persone che amiamo  sotto i nostri occhi. Abbiamo tutto e ci lamentiamo lo stesso.  Siamo fortunati, e non lo sappiamo.  Soprattutto la fine del libro mi ha colpito, perché nonostante la guerra fosse finita, ha messo in evidenza come comunque sia stato difficile tornare a vivere. Non solo perché alcune persone care ai protagonisti erano morte, ma soprattutto perché dentro di lro qualcosa si era rotto, spezzato. Hanno affrontato e fatto cose inimmaginabili, ed  normale che tornare come prima è impossibile: nulla , e nessuno potevano rimettere le cose a posto e farle tornare come prima della guerra.
La Hannah descrive in modo dettagliato, e con incredibile accuratezza storica, gli avvenimenti nel suo romanzo, senza però essere mai pesante, ma anzi in modo molto fluido e coinvolgente. Ho letto molti libri, e di tanti ho amato i personaggi, ma raramente  li ho sentiti così reali tanto che mi aspettavo di vedermeli saltare fuori dalle pagine.  Ognuno di loro ha un suo spessore psicologico, descritto in modo davvero lodevole, e ognuno di loro ha luce e ombra dentro di se.  Inoltre questo libro è un vero inno alla forza delle donne, Come, a modo loro abbiano saputo combattere per difendere  tutto ciò in cui credevano e che amavano, Anche se questo richiedeva enormi sacrifici e una forza che non sapevano neanche loro di avere. Se volete  avventurarvi in questa lettura, vi avverto che non è un libro 'facile. In alcuni punti mi sono dovuta fermare perché ero  commossa nel profondo, Quando studiamo storia a scuola, e ci dicono che la Seconda Guerra Mondiale è stata una triste pagina del nostro passato,, che è stata una cosa orribile, forse non ci rendiamo conto di quanto lo sia stata. Libri come questo ce ne danno un'idea. E ci aiutano a ricordare di non dimenticare.
Bello, bello, bello. L'ho già detto bello?
Un romanzo intenso, toccante che fa riflettere e che dovremmo leggere tutti. So che siamo solo a Gennaio  e che questo è solo il mio primo libro del 2017, ma davvero penso che sarà difficile,, moltoooo difficile, strappargli il primo posto come migliore libro dell'anno. Ne riparliamo a  Dicembre.

Citazioni:

'' Sono gli uomini a raccontare le storie, Le donne invece vanno avanti. Per noi è stata una guerra nell'ombra''

''Le ferite si rimarginano.
L'amore dura.
Noi restiamo''

''Il paesaggio dell'anima di una donna poteva cambiare con la stessa rapidità di un mondo in guerra.''

Consigliato:  Assolutamente si!

mercoledì 25 gennaio 2017

W.W.W WEDNESDAY #1 - 2017-


Buongiorno a tutti lettrici e lettori! Come state. Io bene, ma no lo dico troppo forte che non si sa mai. Oggi pomeriggio torno anche a lavorare, yuppie, Cioè, dopo giorni di reclusione anche uscire per andare a lavoro è una conquista. Che leggete di bello?  Io sono qui per condividere con voi le mie letture del periodo.


Cosa hai appena finito di leggere?


Dopo un anno dal suo acquisto, finalmente ho letto L'usignolo di Kristin Hannah. Mi sono presa molta calma per leggerlo, in quanto con poche semplice righe, mi ha conquistata. La recensione, salvo imprevisti, la troverete per il Giorno della Memoria( 27 Gennaio). Per ora posso solo dirvi che libri del genere sono perle rare, davvero. Un piccolo gioiellino che dovrebbe essere nella libreria di ogni lettore, punto.

Cosa stai leggendo?


Per non distaccarmi troppo dalla precedente lettura ho puntato su un libro che parla anch'esso della seconda Guerra Mondiale, anche se non nello stesso modo del precedente, ma che è ambientato durante le feste Natalizie, sempre per non allontanarci troppo dal periodo appena trascorso. Sto parlando di Belle & Sebastien,adattamento del film cinematografico scritto da Nicolas Vanier, basato sull'opera di Cécile Aubry. Per ora si sta rivelando una bella lettura.;)


Cosa leggerai?


Come vi ho detto qualche post fa, il Natale mi ha portato in dono The Chemist della Meyer, e sono davvero, davvero curiosa di scoprire com'è . Da una parte sono piena di aspettative, ma dall'altra non mi spetto troppo.Spero solo che se anche non dovesse essere un granche, non faccia troppo schifo. Forse  la cosa migliore è approcciarsi a questo libro in punta di piedi e sperare in bene.

Ecco qui, ora sapete delle mie letture.
E le vostre? Un grande abbraccio a tutti voi. :*


martedì 24 gennaio 2017

Teaser Tuesday #2



Partecipare è molto semplice, basta seguire queste regole:

- Prendi il libro che stai leggendo
-  Aprilo ad una pagina a caso
- Trascrivine un breve pezzo ( No Spoiler)
-  Riporta titolo e autore del libro.

Belle &Sebastien 
Nicolas Vanier

''Giunto ai piedi del colle delle Glantières accelerò il ritmo. Sapeva dove mettere i piedi per non scivolare e gli era sufficiente uno sguardo per riconoscere i sassi instabili, quelli che sarebbero rotolati via. Presto sarebbe stato agile quanto un cacciatore, gli mancava solo il fucile. Un pensiero che lo fece sorridere. Tutti dicevano che la Bestia era cattiva, che aveva paura delle armi e attaccava solo quando era sicura di non farsi colpire. Lui oggi era disarmato, non si era portato nemmeno il fucile di legno. Non lo voleva più "
                                    Pag 49

domenica 22 gennaio 2017

Regali librosi di Natale e ultimo arrivo.


Buongiorno e buona Domenica a tutti! Come state? Spero tutto bene, La sottoscritta invece è a letto da alcuni giorni con la febbre e anche per questo non mi sono fatta troppo viva qui.Visto che stamattina non ho tanta febbre e che i nano non è in giro ho pensato di mostrarvi  i miei libri ricevuti in dono tra Natale e l'Epifania e l'ultimo acquisto che ho fatto. Anche perché se non ve li mostro adesso rischio di mostrarveli insieme a quelli del Natale 2017, e non mi sembra il caso, suvvia!
Pronte/i?



Eccoci qui. Allora : a Natale sotto l'albero ho spacchettato ' Harry Potter e La maledizione dell'erede'', dono dei miei genitori. Ne ho sentito parlare più male che bene, ma ho evitato di leggere recensioni e cose varie per la rete e giornali, mi solo limitata ad adocchiare i giudizi generali,anche per evitare eventuali spoiler. Come al solito voglio farmene un'idea mia, vedremo.  Ho spacchettato anche 'The Chemist' della Meyer, e ne sono molto curiosa, Ho apprezzato la saga di Twilight, pur non essendo un capolavoro, trovo che sia un'opera piuttosto carina nonostante un paio di difettucci, ma soprattutto ho adorato 'L'ospite'. Lì ho veramente capito che quest'autrice ha del potenbziale, vedremo se lo saprà sfruttare. L'epifania invece, insieme ai dolciumi mi ha portato la versione illustrata di 'Harry Potter e la camera dei segreti', e niente me ne sono innamorata esattamente come il primo *_*. L'ho sfogliato da cima infondo e....wow. A questo punto voglio presto il terzo volume.
Da una ragazza su facebook ho infine acquistato 'Fruscio di Streghe' di cui ho sentito parlare solo bene. Non credo che sarà nelle prossime letture, ma almeno me lo sono accaparrato, dato  che nelle librerie non si trova, deduco sia fuori catalogo.

E questo è tutto, per oggi, Chiedo scusa se la foto non è granché, non ho potuto fare di meglio dato la luce che c'è. -_- Inoltre avrei voluto postare questo post prima ma il mio pc aveva deciso che prima bisognava fare l'aggiornamento, uff...
E voi? Ultime entrate?

giovedì 12 gennaio 2017

50 cose da fare in 365 giorni.



Buongiorno a tutti voi miei cari. Come state? Spero tutto bene, anche se il freddo è arivato per bene ormai e ha già mietuto le sue prime vittime con l'influenza. Io quest'anno ho saltato il vaccino anti influenzale ( non volevo, giuro, ma i miei orari i lavoro  non combaciavano quasi mai con quelli della dottoressa, e quando combaciavano avevo il raffreddore), e spero per il meglio. Qui è anche arrivata la neve  l'altro ieri, e per oggi ne è prevista ancora.
Non credevo di riuscire a postarvela oggi, ma riesco finalmente a mostrarvi la mia 'Lista di 50 cose da fare' in questo anno, che vale anche come buoni propositi del 2017, e come programma letture. Ammetto che non era previsto ma dopo aver letto quello di Angelica e di Rowan, e dopo che qualcuno mi ha chiesto di farla, eccomi qui. Inizialmente volevo dividere le cose librose da quelle non librose ma poi è andato tutto a ramengo, ed e venuta un pochino a caso, ma non troppo. Spero vi interessi lo stesso

1 Fare il secondo buco alle orecchie.  Lo vorrei da tanto ma ho un po' paura
2 Riuscire a fare una passeggiata almeno una volta a settimana.
3 Tornare a disegnare. Non avete idea di quanto mi manchi farlo..
4 Affrontare una mia grande paura. Non chiedete
5 Perdere peso...
6 ...e di conseguenza mangiare più salutare.
7 Trascorrere almeno un giorno senza tecnologia. Questa la rubo sia ad Angelica che a Rowan
8 Risentire delle amiche che non sento da tempo.
9 Scrivere di più. Anche questo mi manca troppo
10 Mangiare più frutta.
11 Mettere da parte gli euro che ho di resto dalla spesa . Cosa ne farò dei soldi risparmiati non lo so.
12 Sistemare decentemente la mia stanza.
13 Fare una pulizia e ordine nel mio angolo make up.
14 Tornare a registrare video.
15 Andare a farmi un giro a Milano. 
16 Essere più positiva.
17 Andare più spesso a trovare le mie amiche.
18 Spendere più per vestirsi che per i libri. Non ci crederete, ma convincermi a comprare qualcosa da vestire è un'impresa.
19 Sorridere di più ai clienti. 
20 Guardare i film  che ho comprato e mai visto. -_-
21 Fare più post sul blog.
22 Utilizzare di più instagram.
23 Usare la macchina fotografica che mio padre mi ha regalato( magari mentre vado a fare le passeggiate).
24 Comprarmi un profumo che voglio da tanto.
25 Riuscire ad organizzare un' uscita con le Colleghe
26 Organizzare e portare a termine un 'Project Ten books'. Ne avevo fatto uno ma non era finito bene.
27 Colorare i miei libri antistress.
28 Tenere un diario giornaliero dove segnare anche solo un pensiero al giorno, o una citazione.
29 Farmi crescere delle unghie decenti...
30 ...mettere più spesso lo smalto sulle unghie.
31 Recensire più film qui sul blog.
32 Fare più tag
33 Dare vita a qualche post a cui avevo pensato.
34 Leggere almeno due serie Manga.
35 Fare una nuova amicizia. Anche virtuale va benone.
36 Leggere un libro di Sara Waters
37 Leggere un libro di Kate Morton
38 Tornare a leggere i libri di Montalbano
39 Rileggere almeno uno dei libri che amo di più
40 Smaltire un pò di libri da leggere che attendono sulla mia libreria
41 Smaltire un pò di libri in versione e book
42 Riuscire a creare  nella mia libreria un angolo solo 'Harry Potter'
43 Completare almeno due serie
44 Cambiare grafica al blog ( mi piacerebbe ma so proprio da dove cominciare)
45 Fare la maratona notturna di ' L'era glaciale'.
46 Leggere almeno un classico
47  Farmi un tatuaggio. Non ne ho , e dico da tanto di volermene fare uno piccolo
48 Iniziare una nuova serie tv.
49 Comnprarmi una tazza della Thun
50 Completare questa lista, lol ;)


Ecco qua, questa è la mia lista. Non so se abbia un senso, e come sia venuta. Spero solo che vi abbia fatto piacere leggerla, e se vi va fatemi sapere della vostra. A presto. :*

martedì 10 gennaio 2017

Teaser Tuesday #1



Partecipare è molto semplice, basta seguire queste regole:

- Prendi il libro che stai leggendo
-  Aprilo ad una pagina a caso
- Trascrivine un breve pezzo ( No Spoiler)
-  Riporta titolo e autore del libro.


L'usignolo
\Kristin Hannah

''Isabelle fece un respiro profondo e li lasciò, dirigendosi verso la strada principale,Un paio di chilometri dopo, mentre iniziava a scendere la sera, attraversò un ponte traballante. Al di là, la strada diventava sterrata e si stringeva, trasformandosi in una carraia che saliva a perdita d'occhio su per le verdeggianti colline pedemontane. La luce della luna venne in suo aiuto, illuminando centinaia di minuscole macchie bianche: capre. Non c'erano abitazioni così in alto, solo capanni per il bestiame.''  Pag 222


martedì 3 gennaio 2017

Riassumendo il 2016.

I tre libri migliori

Ci proteggerà la neve


Non avevo mai letto nulla di quest'autrice, ma  'Ci proteggerà la neve', mi ha conquistata totalmente. Una storia che parla degli orrori e della sofferenza scaturiti dalla seconda guerrra mondiale, ma che regala anche un profondo messaggio di speranza.

Incubo


Altro autore che non conoscevo, ma che veramente è riuscito a sorprendermi. Un ritmo incalzante, colpi di scena continui, per uno psico thriller d'autore che regala forti emozioni.

 Le anime bianche


Questa volta è una conferma: Frances H.Burnett, ha saputo affascinarmi anche con un opera più matura rispetto ai suoi più famosi capolavori, tra cui  'La piccola principessa' che adoro.

 I tre libri peggiori

 After


Un libro che non si augura al peggior nemico, Banale, scritto male pieno di preconcetti ed esempi di vita da evitare.

- Innamorarsi a Central Park


Trama banale, continue citazioni di nomi famosi o di marche cosmetiche et simile, personaggi da prendere a sberle. Ho iniziato il 2016 con questa 'perla' -_-Da buttare dalla finestra.

Lo stupore di una notte di luce


Avevo letto di quest'autrice il libro precedente ' Il profumo delle foglie di limone',che già non mi era piaciuto, e questo è stato anche peggio. Peccato stile prolisso per una storia che parte a passo di lumaca e va concludendosi a ritmo di Michael Schumacher ai tempi d'oro, non facendoti capire quasi nulla in certi punti.

La saga migliore
Splintered


Quest'anno ho terminato solo due saghe. E Splintered vince tutto. Rivisitazione del celebre ' Alice nel paese delle meraviglie', la Howard ha donato a questa storia toni dark, a tratti sensuali, ritmo serrato e personaggi fantastici

L'autore scoperta del 2016

Wulf Dorn

L'autore certezza del 2016

Danielle Steel

La copertina più bella

Fai buon Viaggio Rabbit Hayres


Non ho avuto dubbi nello scegliere la copertina migliore dell'anno. ''Fai buon viaggio, Rabbit Hayes'' si aggiudica ben meritatamente questo titolo, No, dico: guardate che amore questa copertina *_*

La copertina più ''brutta''

 Innamorarsi a Central park


E direi che ''Innamorarsi a Central Park' ce l'ha messa tutta per vincere ogni sorta di titolo negativo. E ci è riuscito. Non riesco a salvare neanche la copertina  ad questo libro. -_-

Citazione top 2016

''E' così che si diventa saggi, facendosi qualche bernoccolo in testa e sbattendo la faccia, Si impara sempre dai propri errori''


domenica 1 gennaio 2017

Buon Anno Nuovo




A tutti voi, i miei più sinceri auguri di felice Anno Nuovo. Il 2017 possa portarvi tutto ciò che desidera il vostro cuore. Con affetto.
Sonia :)