domenica 21 aprile 2019

Recensione: iIl mio cuore e altri buchi neri.



Autore: Jasmine Warga

Titolo: il mio cuore e altri buchi neri

Casa editrice: Mondadori

Collana: I grandi

Pagine: 279

Genere: Young Adult

Formato: Rilegato.






Trama:

Aysel ha sedici anni, una passione per la scienza e un sogno che coltiva con quotidiana dedizione: farla finita. Tutto ormai sembra convergere in quel buco nero che è diventata la sua vita: i compagni di classe che le parlano alle spalle, un lavoro deprimente, il delitto commesso da suo padre che ha segnato per sempre il suo destino. Aysel vorrebbe sparire dalla faccia della Terra, ma le manca il coraggio di farlo da sola. Per questo trascorre il tempo libero su "Dipartite serene", un sito di incontri per compagni... di suicidio. Roman, perseguitato da una tragedia familiare e da un segreto che vuole lasciarsi alle spalle, è il prescelto. Eppure, proprio nell'attimo in cui stanno per abbandonarla, la vita potrebbe mostrare il suo lato leggero, dolce e pieno

Recensione:



Sono dieci minuti che sono ferma con il foglio bianco del pc, perché non so come diavolo iniziare la recensione, da dove iniziare. Appurato il fatto che ormai ho iniziato a scrivere  forse  bisognerebbe  iniziare dall'inizio, che non è mai sbagliato . Questa è la storia di due ragazzi: Aysel e Roman.  I due non frequentano la stessa scuola, non praticano hobby in comune, non sono vecchi amici d'infanzia e non si conoscono in chissà quale modo romantico. Aysel e Roman si conoscono su un sito internet  per aspiranti suicidi. Si, avete capito bene: aspiranti suicidi: entrambi stanno cercando un compagno con cui ' farla finita'.  Anche se entrambi hanno appena  sedici anni, e una vita davanti , hanno deciso che non vale la pena di continuare a vivere. Entrambi hanno i loro problemi la loro storia di dolore e paure e non vedono altra via d'uscita. Quindi decidono d'incontrarsi e dare vita al loro progetto di  morte. Ma qualcosa va storto, qualcosa cambia , e se non può esserci per forza il lieto fine ci può essere comunque un nuovo inizio.

'' Sarò più forte della mia tristezza''

E' difficile per me dirvi quanto profondamente  questo libro mi abbia toccata, come  abbia smosso sentimenti dentro di me.  A volte nel corso della lettura mi sono dovuta fermare per asciugare le lacrime, per fermare la commozione. Non mi ricordo quand'è l'ultima volta che un libro ha suscitato in me delle simili reazioni. Vi dico solo che non appena ho concluso il libro ho  mandato un messaggio a Seli ringraziandola di cuore  per aver parlato più volte in modo positivo del libro della Warga, perché, veramente, mi sarei persa un piccolo capolavoro.  Sebbene il nascente sentimento fra Roman e Ayse mi abbia lasciato un poco indifferente, la colpa  non è dell'autrice per questo, ma del divario d'età fra me e i protagonisti,  trovo che questo libro sia splendido, u piccolo capolavoro. Giuro che lo metterei in mano ad ogni adolescente, soprattutto a quelli che stanno pensando di farla finita così presto.  I temi trattati, il suicidio  in generale e quello adolescenziale in particolare, la depressione ( che purtroppo sottovalutano in tanti) , il periodo del passaggio fra l'essere bambini e l'essere adulti, non sono argomenti facili da trattare e  a volte nel farlo si rischia di essere pesanti. Grazie a Dio qui non succede, e grazie allo stile semplice e pulito dell'autrice, che non usa paroloni, ma un linguaggio accessibile a tutti, e il libro scorre via facilmente, facendoti sperare che alla fine Aysel e Roman cambino idea. Vi dico che un cambiamento, c'è ma non vi svelo di più. E' un libro che dovete leggere ( anche se ho visto che è di difficile reperibilità), che vuole essere un meraviglioso raggio di speranza. Che regala un messaggio  meraviglioso: Che c'è speranza.  Che a volte per cambiare  basta solo che qualcuno ci mostri come siamo attraverso i suoi occhi...a volte basta davvero cambiare il punto di vista per comprendere meglio le cose... per vederle meno nere. Per vedere come possiamo brillare e magari aiutare altri a  vivere meglio , a salvarsi da se stessi., e fargli capire che se siamo cambiati è anche grazie a loro, e che ora vogliamo solo ricambiare il favore. 
Lo ripeto, è  che metterei come lettura obbligatoria  fra le medie e le superiori... il mio cuore  piange ogni volta che leggo di suicidi fra i giovanissimi. Ogni volta mi chiedo se la tragedia non si sarebbe potuta evitare.Leggendo questo libro mi son data la risposta: si, basterebbe davvero poco, basterebbe fare attenzione, e forse molte cose potrebbero cambiare. Di libri così dovrebbero essercene di più.



Citazioni:

'' Sei come un cielo grigio. Sei bella anche se non vuoi''

'' Si gira in modo da guardarmi  dritto in faccia. Io mi costringo a ricambiare lo sguardo. E' in quegli occhi  che ho ritrovato prospettiva e luce; sono loro a essersi intrufolati nel mio buco nero.''

Consigliato:Si

Voto:9 su 10

mercoledì 17 aprile 2019

W.W.W.WEDNESDAY #1 - 2019-



Salve a tutti , e ben ritrovati sul mio blog, se  ancora mi seguite ve ne sono infinitamente grata. So di non essere particolarmente presente, e spero mi perdonerete, ma sappiate che sono viva, anche se la lettura ultimamente procede un po' a rilento. Per questa Settimana Santa  ho preparato tre post: quello di ieri , quello di oggi, e la recensione che troverete come regalo il giorno di Pasqua.  Spero vi faccia piacere.


COSA HAI APPENA FINITO DI LEGGERE?



COSA STAI LEGGENDO?



COSA LEGGERAI?



Ecco qua, queste sono le mie 'ultime ' letture in corso. Di solito lascio due parole sotto ogni libro, questa volta, sono sincera, non ne sentivo il bisogno, e perciò non ho scritto nulla.  Fatemi sapere, se vi va, cosa ne pensate, e nel caso aggiornatemi sulle vostre letture. A presto :*



martedì 16 aprile 2019

Teaser Tuesday #13





Partecipare è molto semplice, basta seguire queste regole:

- Prendi il libro che stai leggendo
-  Aprilo ad una pagina a caso
- Trascrivine un breve pezzo ( No Spoiler)

-  Riporta titolo e autore del libro.

Le sette morti di Evelyn Hardcastle
Stuart Turton

''Lo sguardo astuto del medico sembra esaminare la mia spiegazione controluce per sondarla in una decina di punti diversi. Il sorriso tirato che mi rivolge , pieno di complicità, è rassicurante  e insieme vagamente minaccioso. Qualsiasi cosa sia accaduta nell'atrio, il dottor Dickie , con la sua apparenza benevola, ne sa più di quanto voglia far credere''



martedì 26 marzo 2019

Pizza book tag


Buongiorno a tutti, lettrici e lettori che passate di qua, come state? La sottoscritta non è proprio in ottima forma: le settimane scorse ho avuto prima un  raffreddore da paura e poi  una bronchite, con tanto di ricaduta, che mi ha costretto a stare a casa una decina di giorni, con tanto di iniezioni, e ora invece sto andando di bustine per la tosse. Ammetto inoltre che ultimamente sono un po' arenata con la lettura, che fra lavoro, casini vari, e malattia ne ha risentito, in quanto quando ho del tempo libero o cado morta  in letargo o guardo qualcosa in tv o sul tablet. Mi sono però accorta che da un mesetto circa non ho postato nulla sul blog, e quindi eccomi qui con bel tag, era da tempo che non ne facevo. Questo è il PIZZA BOOK TAG che ho scovato sul blog di Clarissa QuestioneDiLibri. Io adoro la pizza e mi è sembrato un tag carino da riproporre. Spero vi piaccia


SCHIACCIATINA: Un libro semplice, anche troppo!


Ho suggerito il primo libro della saga di Beast Quest , Ferno il Signore del fuoco,  proprio un paio di settimane fa ad un'amica che cercava qualcosa di semplice per il figlio. Premettiamo che io ho i primi, otto volumi se non sbaglio,  e fin'ora mi sono fermata al terzo,. La trovo una saga carina, adatta ai ragazzini, a in vero davvero molto semplice e scorrevole. 


MARGHERITA:  Un libro che va letto almeno una volta nella vita


In realtà credo che una volta nella vita vada letta almeno una delle opere della Austen, io ne ho lette  tre, per il momento, ma  cito il tanto amato e odiato Orgoglio  e Pregiudizio, perché è stato amore a prima lettura.


MARINARA: Un libro che non si è rivelato essere come pensavi


Il richiamo dell'angelo, di G.Musso, è stata davvero una sorpresa. Leggendo  la quarta di copertina mi aspettavo una sorta di Chick.lit/rosa, e in effetti parte così, ma poi si rivela uno splendido giallo.  Sorprendente davvero :)


CAPRICCIOSA: Un libro che ti ha dato problemi.


Innamorarsi  a Central Park,  non mi ha dato problemi: è stato un vero e proprio calvario costellato di pruriti alle mani verso la protagonista , e istinti omicidi indirizzati all'autrice per via del finale, che mi sono ritrovata a capire l'Infermiera Annie di 'Misery non deve morire'  di King. Come si possano scrivere certe cose rimarrà sempre un mistero.


MONTANARA: Un libro che può essere definito completo



Ho scelto Harry Potter ( a caso l'ultimo volume, avevo già l'immagine salvata), perché per me non c'è niente di più completo: magia, amore, divertimento, pianti, spunti di riflessioni, attualità,  trama ben fatta, e personaggi davvero unici. Se avete qualcosa da aggiungere prego, in effetti potrei aver dimenticato qualcosa


PIZZA ALLA NUTELLA: Un libro che trasuda dolcezza.


.
Be', per questa risposta mi è saltato subito in mente Chocolat della Harris, un libro davvero carino, ben scritto ( forse un tantino ricercato in alcuni punti), ma davvero, davvero dolcissimo.

E con questo è tutto, per oggi.
 Spero che questo tag vi abbia intrattenuto e divertito e che vi siano piaciute le risposte. Vi mando un grosso bacio e vi abbraccio forte. Alla prossima.

sabato 16 marzo 2019

Segnalazione: L'ultima chance.



Buon giorno  a tutti/ e voi che passate di qui.
Oggi, dopo tanto tempo torno sul blog con una segnalazione per voi. E sono particolarmente contenta di  poter fare questa cosa, perché non solo l'autrice è una blogger che seguo con piacere da qualche tempo, ma anche perché  Ilaria  è una ' vicina di casa'. Continuate  a leggere qui sotto e scoprirete di più. Proprio in questi giorni Ilaria, ha pubblicato un racconto/monologo, incentrato sulla protagonista della sua storia. Io non l'ho ancora letto , ma devo dire che m'intriga molto. ^_^
Direi di non perdermi in altre chiacchiere ma d'illustrarvi più nel dettaglio il tutto.

Innanzi tutto iniziamo con il conoscere meglio l'autrice.


ILARIA VECCHIETTI


Ilaria  è nata il 19 Agosto 1988 in provincia di Vercelli, nella bella Valsesia, una lunga vallata percorsa dal fiume Sesia fino ai piedi del Monte Rosa.
Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale, Laurea in Scienze dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro con una tesi in Diritto Penale del Lavoro.
Grazie a sua mamma è cresciuta in mezzo ai libri. Fin da piccola, quando le raccontava le fiabe, ha fatto in modo che si appassionasse alla lettura.
Legge diversi generi, ma il suo preferito è il fantasy, in tutte le sue sfumature.
Ha scoperto per caso che le piace anche scrivere, e da quando l’ha scoperto non si è più fermata nell’inventare storie e avventure. Il suo romanzo d’esordio è L’Imperatrice della Tredicesima Terra (2016), edito Aletti Editori.Si tratta di un fantasy autoconclusivo dove la protagonista, oltre salvare il suo mondo, deve ritrovare se stessa.
Da giugno 2016 ha aperto un blog letterario dal nome Buona lettura, dove pubblica principalmente recensioni dei libri che legge, ma non solo, segnala le nuove uscite (sia da parte di case editrici e sia di autori esordienti autopubblicati) e anche eventi librosi o interviste.Il 24 luglio 2017 in collaborazione con Claudia Piano (autrice di molti romanzi, fra cui spicca Armonia Saga) e altri autori, ha pubblicato una raccolta di racconti fantasy facente parte del mondo di Armonia Saga, dal titolo Un giorno ad Armonia, (il suo racconto si intitola: La Sinfonia Incatenante).Il racconto prende in prestito i personaggi inventati da Claudia e li porta in un mondo nuovo.A novembre 2017 pubblica tramite Amazon il secondo romanzo fantasy: L’Isola dei Demoni.Un'altra storia autoconclusiva dove le vite di vari personaggi si intrecciano e, superando il loro passato, dovranno salvare la loro terra.
Il 21 luglio 2018, sempre in collaborazione con Claudia Piano, esce la seconda raccolta di racconti fantasy Un giorno ad Armonia – Vol. 2 (il suo racconto si intitola: La Valle del Tempo Perduto).
Prendendo ancora in prestito i personaggi della saga di Armonia, Ilaria li coinvolge in una ricerca miracolosa per salvare il mondo della Musicomagia.


IL SUO RACCONTO 





TITOLO: L’ultima chance…
AUTORE: Ilaria Vecchietti
EDITORE: Self publishing con Amazon
DATA DI PUBBLICAZIONE: 13 marzo 2019
GENERE: Racconto narrativa generale / Contemporaneo / Romance / Fantascienza Apocalittica
PREZZO CARTACEO: 5,00€
PREZZO EBOOK: 0,99€
NUMERO DI PAGINE: 88
LINK D’ACQUISTO: qui.








SINOSSI: Avete mai vissuto un amore impossibile? E nonostante questa consapevolezza gli siete stati sempre vicino, soffrendo in silenzio?
A Irene è successo, eppure sono stati gli anni più belli della sua vita.
Ora è riuscita a tornare a casa, tutto solamente per rivedere il suo unico grande amore.

L’ultima chance è il primo racconto di Ilaria che si discosta totalmente dal genere fantasy da lei prediletto e si avvicina al romance, sotto forma prevalente di un lungo monologo della protagonista, anche se il finale appartiene alla fantascienza apocalittica. Il tema principale rimane in ogni caso l’amore che vince su ogni cosa.

E con questo è davvero tutto. Personalmente la scheda del suo racconto mi ha intrigato molto, e spero di poterlo leggere presto, così  posso anche lasciarvi una recensione. 
Ora se io fossi una blogger seria, un minimi capace vi lascerei i link e il banner del suo blog e di tutti vari suoi contatti. Purtroppo non lo sono ma  vi lascio il link  del suo blog BUONA LETTURA ( cliccateci sopra), dove troverete tutto su di lei. Passate a trovarla, okey?
Bacioni a tutti.




venerdì 15 febbraio 2019

Recensione - Il gioco del suggeritore-



AUTORE: Donato Carrisi

TITOLO: Il gioco del suggeritore

CASA EDITRICE: Longanesi

COLLANA: La Gaja scienza

PAGINE: 398

GENERE: thriller

FORMATO: rilegato






TRAMA:

La chiamata al numero della polizia arriva verso sera da una fattoria isolata, a una quindicina di chilometri dalla città. A chiedere aiuto è la voce di una donna, spaventata. Ma sulla zona imperversa un violento temporale, e la prima pattuglia disponibile riesce a giungere soltanto ore dopo. Troppo tardi. Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che lascia gli investigatori senza alcuna risposta possibile - soltanto un enigma. C'è un'unica persona in grado di svelare il messaggio celato dentro al male, ma quella persona non è più una poliziotta. Ha lasciato il suo lavoro di cacciatrice di persone scomparse e si è ritirata a vivere un'esistenza isolata in riva a un lago, con la sola compagnia della figlia Alice. Tuttavia, quando viene chiamata direttamente in causa Mila Vasquez non può sottrarsi. Perché questa indagine la riguarda da vicino. Più di quanto lei stessa creda. Ed è così che comincia a prendere forma un disegno oscuro, fatto di incubi abilmente celati e di sfide continue. Il male cambia nome, cambia aspetto, si nasconde nelle pieghe fra il mondo reale e quello virtuale in cui ormai tutti trascorriamo gran parte della nostra vita, lasciando tracce digitali impossibili da cancellare. E un gioco, ed è soltanto iniziato. Perché lui è sempre un passo avanti.



RECENSIONE:





'' Ci hanno detto che internet era  una rivoluzione indispensabile. 
Ma nessuno ha previsto quanto ci sarebbe costato.''


Recensire un libro di Carrisi non è facile, non lo è mai. Specie e soprattutto quando fa parte della serie de ' Il suggeritore'. I suoi libri sanno smuoverti dentro, sanno lasciarti addosso un appiccicoso senso di angoscia. 
Essendo un continuo dei libri precedenti ( Il suggeritore, L'ipotesi del male e L'uomo del labirinto) , ma essendo innanzi tutto un thriller, non è che possa dirvi più di tanto, in quanto vi svelerei davvero troppo e rischierei di farvi degli spoiler di questo, e dei libri precedenti, qualora non li aveste letti.
All'inizio del romanzo Mila non è più un agente  e non lavora più nel Limbo, la sezione di polizia dedicata agli scomparsi' , si è ritirata in un piccolo paese vicino ad un lago e vive  li, tranquillamente, insieme alla figlia Alice. Ma il buio ogni tanto la reclama e lei deve tornare in azione, prima che la sua vita, e quella di chi ama sia in pericolo. Mila viene trascinata  di malavoglia nel caso di Enigma, e questo la porterà ad addentrarsi in luoghi ancora più oscuri di quelli a cui è abituata.
Il mondo di Mila che Carrisi ci ha descritto fino a qui, nel corso dei libri precedenti, è privo di ogni rifermento geografico, dandoci così un senso di spaesamento, che accresce ancora di più il senso d'inquietudine  che cresce pagina dopo pagina..In più questa volta la protagonista si dovrà muovere nell'Altrove, una realtà virtuale che è una sorta di Paese delle Meraviglie oscuro, dove le peggior fantasie possono liberarsi e il mal dilagare impunemente. Nel corso dell'indagine  Mila dovrà districarsi tra molti nodi , e decidere cosa e vero e cosa no, chi le è amico e chi no, di chi fidarsi e di chi diffidare. 
Carrisi come al solito non si smentisce mai, ed una trama ben ideata, e ad un ritmo serrante, regala attimi di suspance e colpi di scena in grado di saperti tenere incollata dalla prima pagina all'ultima.  Ma non ci regala solo attimi di sorpresa con i suoi colpi di scena, ma ci invita anche a riflettere sulla realtà in cui viviamo, e su quella in cui crediamo di vivere: internet. L'autore ci porta li, nelle zone d'ombra sia della vita reale e che di quella che viviamo su internet.  Ci mostra come le cose non sono mai come sembrano e che anche  in ciò che noi riteniamo buono, o giusto o sicuro, si può nascondere il male.  
Ammetto che questa volta , un paio di piccoli colpi di scena li avevo previsti, di solito l'autore ti spiazza sempre, ma rispetto ai grossi colpi di scena che ci sono nel romanzo, e che t'inchiodano, direi che tutto sommato ci può stare. Anzi credo pure che la cosa sia voluta, ti lascia capire alcune cose, per poi piazzarti la rivelazione che non ti aspetti. 
Una piccola novità di questo romanzo è data dallo stato emotivo della protagonista: Mila si è sempre trovata bene nel suo lavoro, e il ruolo di Agente del limbo e calzava perfettamente. Ma il suo  ruolo di madre la sorprende e la sgomenta un po', portandola a domandarsi  cosa  comporterà tutto questo nella sua vita. Tutto questo, le emozioni di Mila, trama, e colpi di scena sono resi benissimo dallo stile dell'autore che è si semplice dall'altro, ma anche  molto specifico nel campo di indagini e psicologia. Praticamente un maledettissimo, geniale Carrisi.


CITAZIONI:


''E poi internet non è nemmeno equo: è tirannico. E non è vero che ripara le ingiustizie sociali: al contrario, non dimentica e non perdona. Se scrivo qualcosa su di te, nessuno lo potrà cancellare. Anche se è una bugia, rimarrà lì per sempre. Chiunque può usare il web come un’arma e, quel che è peggio, sa anche che rimarrà impunito… La gente ha riversato la propria rabbia in rete e noi gliel'abbiamo lasciato fare, è stato come nascondere lo sporco sotto il tappeto. Ma, per quanto sembri vasto, internet non è in grado di contenere il nostro peggio. Prima o poi, tutto quell'odio cercherà una via di sfogo,'


CONSIGLIATO: SI, diavolo si. Ovviamente solo se avete letto i precedenti.

VOTO: 10, come se si potesse dare di meno a Carrisi.

giovedì 31 gennaio 2019

News Entries - kobo edition Gennaio 2019



Buongiorno a tutti  lettrici e lettori che passate di qui, come state? Io, come vi dicevo nel post di ieri, sono influenzata e quindi sono costretta a casa, ma almeno non sembra essere una forma violenta  e quindi,anche se un pochino stordita, ho deciso di fare un ultimo post di Gennaio e di aggiornarvi un pochino sugli ultimi acquisti fatti in questo mese, per il kobo. Credo, ripeto credo, non ne sono sicura che prossimamente , gli acquisti libreschi che farò saranno per lo più in digitale, dato che prima di acquistarne altri cartacei vorrei smaltire quelli che ho già in casa e che aspettano da un po' di essere letti, e vorrei dare una sistemata alla libreria dando via quelli che non mi servono più, metterne via altri , e avere in questo modo più spazio per eventuali nuovi arrivi. Non che io non abbia da smaltire anche gli e-book, ma quelli non occupano spazio. Sto meditando di fare un Project Ten books. Ne avevo organizzato uno qualche anno fa, fallito poi miseramente, ma magari potrei tentare di nuovo, magari non proprio 'ten' e non tutti cartacei, chissà che stavolta non vada meglio. Che mi dite? Potrebbe funzionare? Ditemi la vostra, e intanto ci penso.
Questo voleva essere un post veloce, si come no... meglio che passi  subito a mostrarvi i nuovi arrivi prima di perdermi in ulteriori chiacchiere.


Per chi non lo sapesse a inizio Gennaio è morto Mushu, il mio vecchio portatile( non fate battute sul fatto che dia nomi ai miei oggetti elettronici), dopo 5 anni di onorato servizio. Così sono dovuta andare di corsa a comprarne uno nuovo per poter continuare a scrivere sia qui sul mio blog, che alcune mie storie. Mentre ero alla cassa per pagare il nuovo pc ( si ha già un nome, ma non ve lo
dico, ve lo svelerò poi presentandovi meglio il mio nuovo amico) ho preso anche una ricarica da venticinque euro per Kobo. L'ho fatto perché puntavo da po' due romanzi di Danielle Steel: '' Come una favola'' e ' Il momento giusto'' . Costavano 9,90 l'uno; di solito non prendo mai e-book che costino sopra i sei euro, e difatti quelli che ho di quest'autrice in digitale li ho presi quando erano in offerta. Ma i libri di Danielle Steel lo sono tanto raramente, e le trame di questi due romanzi mi avevano talmente colpito che ho ' massì, ' fan brodo tutto me li prendo' . E così è stato, e ora sono felicissima. Mi avanzavano poi cinque euro, e che fai? Li lasci li soli soletti? Non sia mai! E allora mi sono presa 'Il coperchio del mare' di Banana Yoshimoto, autrice giapponese che amo follemente, e di cui conto di recuperare presto o tardi, in digitale e/o in cartaceo, tutti i suoi libri. 
E questo è quanto, spero di tornare presto, spero che quest'influenza  on duri a lungo e intanto fatemi sapere cosa ne pensate dei miei acquisti, o ditemi dei vostri. Bacioni.