mercoledì 12 luglio 2017

WWW.WEDNESDAY #7



E rieccoci nuovamente insieme anche oggi! Le ferie non previste a quanto pare mi hanno fatto be e mi sono servite per aggiornare un po' il blog. Non so se riuscirò a fare tutto quello che mi sono prefissata per il mio 'mondo di libri', ma prendiamo quel che c'è!
Allora oggi aggiornamento sulle mie letture, che non stanno ancora procedendo come vorrei, ma se non altro procedono, e questa mi sembra già una gran bella cosa.^_^ Cominciamo.

COSA HAI APPENA FINITO DI LEGGERE?


L'ultima mia lettura conclusa è stata ''Il magico potere del riordino'' di Marie Kondo. E' stata una lettura imprevista, ho approfittato di un'offerta su kobo store, e per certi versi strana. Non so bene se mi è piaciuta o no, e non so bene neanche come riuscirò a parlarvene, ma ci proverò. Anche se credo che sarà una recensione breve, molto breve. E comunque prima, devo recuperare altre recensioni ;P

COSA STAI LEGGENDO?



Fra gli obbiettivi del 2017 ( link del post aggiornato QUI), c'è quello di leggere un libro della Morton. Due youtubers che seguo con molto interesse amano quest'autrice, e siccome seguendo il consiglio di una delle due ho scoperto e amato 'Miracolo in una notte d'inverno'', ho deciso di inserire nei miei obbiettivi dell'anno una sua lettura. Approfittando di queste ferie improvvise, e soprattutto del fatto  che il nano è in vacanza, ho deciso di affrontare quest'autrice. L'ho iniziato lunedì, e sono quasi a metà libro. devo dire che non sembra male, anzi è piuttosto interessante , ma non voglio sbilanciarmi troppo ^^-

COSA LEGGERAI?


 Per leggere la Morton ho dovuto far slittare il terzo volume della saga di Beast Quest ^O^,  Poco male- Se ci sono ferie non previste meglio approfittarne e rimandare le letture veloci, che non escludo però possa svolgersi comunque entro questa settimana. ^^

Ecco qua, queste sono le mie letture. Fatemi sapere cosa ne pensate e se volete lasciatemi le vostre. ^_^







martedì 11 luglio 2017

News Entries


Buongiorno lettori e lettrici, e buon martedì! Come state? Spero che da voi non faccia troppo caldo e possiate godervi una giornata non troppo afosa. Piccolo  e veloce pos oggi, anche questo rimandato da troppo tempo, per mostrarvi le uniche due nuove entrate di Giugno. Siete curiosi? E allora non perdo altro tempo e ve le mostro subito:


 Eccole qua le mie entrate. Le ho presi entrambi da una ragazza su Facebook che li vendeva a metà prezzo, e come potrete facilmente vedere sono in ottimo stato. '' Il mio cuore e altri buchi neri'' era in WL da un pochino, dopo che ne avevo tanto sentito parlare bene dalla nostra cara Rowan, e così me lo sono preso. ''Althea e Oliver ' anche era in WL da parecchio, ma non so perché. Cioè,, la trama mi intriga molto, ma non ricordo come ne sono venuta a conoscenza. Be' o tramite qualche amica oppure tramite web ^O^. Comunque l'importante è che anche lui, finalmente, si sia aggiunto alla mia libreria.
Ecco qua, queste sono le mie entrate, se v va fatemi sapere cosa ne pensate. A presto :)



lunedì 10 luglio 2017

Recensione - I peccati di una madre-


Autore: Daniell Steel

Titolo:   I peaccati di una madre

Casa Editrice: Sperling&Kupfer

Collana : Pandora

Genere:  Romanzo rosa

Pagine: 409

Formato: digitale

Costo:  e book 6, 99; Rilegato 16,91; tascabile 8, 17. Io ho preso la versione digitale in offerta. ^^


Trama:

Determinata, brillante e con un infallibile fiuto per gli affari, Olivia Grayson è riuscita negli anni a trasformare il piccolo negozio di ferramenta della madre in un vero e proprio impero commerciale che oggi vanta negozi in tutto il mondo. Ha lavorato sodo per questo traguardo ma spesso, forse troppo, ha dovuto mettere in secondo piano la sua famiglia e in particolare i quattro figli. Così, alla vigilia del suo settantesimo compleanno, Olivia riunisce la famiglia per una splendida e lussuosa crociera nel Mediterraneo. Un gesto generoso con il quale vuole dimostrare l'amore per i suoi cari e farsi perdonare le infinite volte in cui ha trascurato gli affetti a causa del lavoro. Sembra l'occasione perfetta per ricominciare, ma i figli non hanno mai smesso di rinfacciarle le numerose assenze. Ora la famiglia è divisa tra profondi rancori e vecchi segreti, e una vacanza, seppure da sogno, potrebbe non bastare per rimettere insieme i cocci. Riuscirà Olivia in una sola estate a farsi perdonare le colpe di una vita? Danielle Steel firma ancora una volta un intenso romanzo sulla famiglia, sulla forza dei sentimenti e sull'amore incondizionato di una madre verso i figli.


Recensione:

lo so, lo so, lo so! Sono terribilmente indietro con le recensione, ma abbiate pazienza, pare che tutto, anche se lentamente, stia tornando alla normalità. Vedrò in queste ferie di recuperare un po', se ci riesco. Intanto iniziamo la settimana con  la recensione di un libro letto a fine Aprile, inizio Maggio. Lo so, è scandaloso questo ritardo, ma va detto che ho dato la precedenza alla recensione di Harry Potter e la Maledizione dell'erede, e poi sempre meglio tardi che mai.

''Lei era una parte di loro, proprio come loro erano una parte di lei. E, insieme, formavano un unico tutto''
Dunque ormai lo dovreste sapere che quando non ho tanta voglia di leggere, o non so su quale libro buttarmi, i libri di Daniel Steel per me sono una certezza. La certezza di rilassarmi con un romanzo leggero, scritto però in modo davvero egregio e  dai temi  molto attuali. Anche questa volta, la mia cara Danielle non si è smentita. In queste pagine ci racconta di come Olivia, una donna di successo, abbia sacrificato i figli per la carriera. E', purtroppo, il dramma di molte donne del nostro tempo., che in nome del successo e del lavoro, si ritrovano a 'trascurare i propri figli. Quello che la Steel ci mostra in questo libro, è che molte volte,  queste donne non lo fanno apposta,o comunque credono di agire nel migliore dei modi perché in fondo stanno lavorando anche per i loro bambini , cercando di lasciargli, magari, un buon conto in banca, e una sicurezza economica. Olivia ama profondamente i suoi figli, e per loro ha creato un'impero, anche se quando erano piccoli li ha spesso lasciati con il padre e la nonna, lo ha sempre fatto per loro. Da quando il marito però è mancato, ha organizzato di anno in anno,, delle splendide vacanze estive in modo da potersi dedicare ai nipoti e ai figli e riuscire a farsi perdonare. Ovviamente non è facile, o meglio...non per tutti è facile, ma piano piano anche grazie agli eventi  che la vita mette di fronte ai quattro figli della donna, riusciranno a capire quanti sacrifici la madre abbia fatto per loro e quanto li ami. Devo ammettere che le aspettative che avevo quando ho iniziato a leggere questo libro non sono state deluse,   anche stavolta l'autrice  si è superata, e ci ha regalato un romanzo godibile, pieno di personaggi umani ( alcuni talmente tanto da volerli prendere a ceffoni), e così simili alle persone che circondano la nostra vita che pare quasi di conoscerli. Ha affrontato  temi molto delicati come la morte o l'omosessualità in modo delicato e leggero. Per leggero intendo, privo di falsi moralismi , giudizi o pesantezza. Anche se ammetto che  forse quest'ultimo tasto poteva evitarlo, in quanto mi è sembrato un elemento un pochino forzato, ma comunque lo ha trattato molto bene.Una cosa che invece mi ha fatta storcere il naso invece è come ha risolto in modo un po' frettoloso il rapporto di Olivia, con l'ultima delle sue figlie, Cass. Cioè la cosa si è risolta solo a fine libro, e in modo che mi è parso...sbrigativo, ecco. Ma forse è solo la mia impressione, e devo tenere presente che comunque è 'solo' Danielle Steel  Che altro dire se non che  mi è piaciuto, e aspetto con ansia di tuffarmi nuovamente in uno dei suoi romanzi? anche se non credo succederà molto  presto. ^^

Citazioni:

'' Erano rimasti uniti nei tempi difficili e avevano fatto festa in quelli buoni, si erano perdonati reciprocamente gli errori commessi e avevano imparato qualcosa l'uno dall'altro.''

Consigliato: Si se amate l'autrice, o se semplicemente siete alla ricerca di un libro leggero, magari da portarvi in spiaggia o in piscina. 


mercoledì 5 luglio 2017

W.W.W WEDNESDAY #6



COSA HAI APPENA FINITO DI LEGGERE?



COSA STAI LEGGENDO?


COSA LEGGERAI?






Ecco qua, queste sono le mie letture del periodo, scusate se non ci sono state chiacchiere ad inizio post e neanche sotto le letture , ma come avete potuto vedere , rispetto all'ultimi WWW, non ci sono stati praticamente cambiamenti, è solo slittata una lettura , che mi sembrava inutile aggiungere parole,. E poi, come avete visto, giugno in quanto a letture è stato talmente piatto, che...ma cosa vuoi dire? -__-
Comunque se volete lasciatemi le vostre letture, o fatemi sapere cosa ne pensate delle mie. Bacioni.


venerdì 23 giugno 2017

Consigli di lettura per le vacanze.



Buongiorno a tutti voi, come state?
Spero sinceramente che  non tutti voi stiate soffrendo il caldo che c'è qui, perché sinceramente la sottoscritta rischia di squagliarsi come neve al sole. Ormai sono arrivata a due docce al giorno, e temo che se continua così si arriverà tranquillamente a tre, com'era successo nella torrida estate 2003. Speriamo di no, dai. Il caldo, oltre alle forze, mi sta portando via voglia di leggere e di scrivere post, succede sempre con il caldo ma mi auguro non duri a lungo. Comunque passiamo al post di oggi: con questo post volevo solo  darvi qualche spunto di lettura per le vostre vacanze, L'immagine che ho postato sopra l'ho intitolata 'libri sotto l'ombrellone', ma anche in montagna va bene lo stesso. Cominciamo?


1) Gialli.

Pare che la tendenza per le vacanze  estive sia leggere soprattutto libri gialli. Io fino a qualche anno fa non ero un appassionata del genere, e solo negli ultimi tempi mi ci sono buttata. In effetti sono la  miglior scelta, soprattutto se non troppo spessi, in quanto sono molto coinvolgenti, e il più delle volte veloci. Tengono con il fiato sospeso, e si rivelano se non proprio letture da 5 stelle, almeno soddisfacenti.  Il mio personale consiglio è:


Incubo di Wulf Dorn: autore molto apprazzeta dagli amanti del genere, io fin'ora ho letto solo questo di lui. Pi§ che un giallo è uno psico trhiller, ma mi sento di consigliarlo in quanto non é troppo spesso, ha capitoli brevi( ottimo se vi continuano a rompere perché i vostri amici/ parenti, vi interrompono continuamente per andare a farvi un bagno, o una passeggiata ), e in più vi tiene col fiato sospeso.












2) Romanzi rosa.

I più letti dal gentil sesso, e spesso la scelta più facile che si possa fare. Quando vado via qualche giorno( io le vacanze non le faccio da anni -_-) sono la mia scelta preferita. Richiedono poca concentrazione, e spesso sono molto scorrevoli, Da ragazzina mi sono portata dietro perfino qualche Hamony, ma ora non esageriamo ^O^.  I più gettonati sono quelli della Kinsella, ma io non sonio mai riuscita a leggerla, Due volte mi hanno prestato due suoi libri, due volte non sono mai riuscita ad andare oltre pagina 10. No, Il mio consiglio è invece:


Danielle Steel, Una ragazza grande: ormai lo sapete adoro la Steel, che pur non scrivendo chissà quali  capolavori, riesce sempre a scrivere in modo fluido, mai banale o noioso, e a regalarci dei romanzi davvero carini. Fra tutti i suoi libri ho scelto di consigliarvi questo perché oltre a parlare d'amore tratta argomenti delicati come il peso di una persona e di tutto ciò che gli gira intorno. Fino ad arrivare all'accettazione di se stessi, E lo fa, a parer mio in modo competente e delicato, senza mai essere 'pesante'. :)










3) Classici,

Intramontabili, e come farseli mancare? Senza contare che ci sono persone che ' Ah, no- Io leggo solo classici'. Pur non condividendo tale scelta di stile. mi sembra giusto dare un consiglio anche a loro e a chi magari legge di tutto, ma i classici poco. Lo so, vi capisco. Anch'io ne ho letti pochi, qualcuno durante il liceo, e qualcuno poi per conto mio.  Ora sappiamo bene che i classici a volte sono  anche dei 'mattoni'. Perciò io eviterei  letture impegnate come i classici russi, vedi ' Guerra e Pace', o libroni  alla ' Il conte di Montecristo'. Belli, per carità, ma un po' troppo impegnativi. Io vi suggerisco di buttarvi su quei classici denominati ( erroneamente) per ragazzi.  Diciamo la verità, si leggono poco, e oltretutto anche dalle scuole elementari, li stanno estirpando.
Il mio consiglio?



Edmondo De Amici, Cuore: un classico che io amo moltissimo, ma che ormai sta praticamente scomparendo e nessuno lo legge più perché 'datato e superato'. Io lo consiglio proprio per questo. Trovo che non sia datato o superato, certi valori hanno sempre un senso, siamo noi che oggi tendiamo a considerarli  demodè . Questo libro offre un bellissimo spaccato su l'Italia di que tempo, e ognuno di noi può ritrovarsi in un Coretti, De Rosssi, o ...perché no? perfino in un Franti.











Ecco qua, questo è tutto. Mi sono limitata a tre generi, i più conosciuti, e a darvi un consiglio personale su ognuno. Ovviamente le mie sono solo indicazioni, e  potete tranquillamente ignorarle, Potete leggere di tutto. Il mio augurio più sincero è che facciate delle belle letture e soprattutto belle vacanze. Bacioni.

venerdì 16 giugno 2017

Meme libresco


Salve a tutti, lettrici e lettori. Come va?
Qui finalmente il caldo ha dato un po' di tregua e dopo il temporale dell'altro ieri, ma stamattina sembra che abbia ripreso a fare già un gran caldo. Odio l'estate,sgrunt! Comunque eccomi qui;a dire il vero non era previsto questo post, ma dato che stamattina in casa non c'era nessuno e che mi sono ricordata di aver un meme salvato che avevo fatto parecchio tempo fa, ho deciso di farmi viva. ^O^
Devo però dorvi, che purtroppo, dato che è passato tanto tempo   da quando ho risposto a queste domande, proprio non ricordo da dove lo avessi preso, mi spiace, Spero che nessuno ci resti male se non cito la fonte. Cominciamo?


1) Trova un libro per ciascuna delle tue iniziali.

Se tu m i vedessi ora (Cecelia Ahern)
Orgoglio e pregiudizio (Jane Austen)
New moon (Stephenie Meyer)
Inheritance (Christopher Paolini)
Anna dai capelli rossi

2) Conta la tua età lungo la tua libreria. Che libro è?

Segliendo dalla libreria principale è saltato Fuori Hunger Games il canto della rivolta

3) Scegli un libro ambientato nella tua città/stato/paese.

Il giorno prima della felicità ( Erri de Luca), è ambientato in Italia.

4) Scegli un libro che rappresenti una destinazione verso cui vorresti viaggiare.

Delfini (Banana Yoshimoto)

5) Scegli un libro che rappresenti il tuo colore preferito.

Gioielli (Danielle Steel). Copertina Verde.

6) Di quale libro hai il ricordo più caro?

La piccola Principessa

7) Quale libro hai trovato più difficile da leggere?

Il rosso e il nero (Stendhal).

8) Quale libro nella tua TBR ti darà maggior senso di realizzazione una volta finito?

Il nome della rosa.

Ecco qua. Un meme corto ma simpatico. Ho cercato di variare con i titoli e di non mettere sempre i soliti libri,  spero vi sia piaciuto. Se volete rispondere, qui sotto, o con un post sul vostro blog, o se avete già fatto questo questionario, fatemelo sapere, e io vi leggerò molto volentieri. A presto!

martedì 30 maggio 2017

Recensione: Harry Potter e la maledizione dell'erede.


Autore: J.K Rowling - Jack Thorne

Titolo:  Harry Potter e la maledizione dell'Erede

Casa Editrice: Salani

Genere:  Fantasy , Ragazzi

Pagine: 369

Formato: Rilegato

Costo: 19,80





Trama:

È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell'eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l'oscurità proviene da luoghi inaspettati. 
Basato su una nuova storia originale scritta da J.K. Rowling, Jack Thorne e John Tiffany, Harry Potter and the Cursed Child, una nuova opera teatrale di Jack Thorne, è la prima storia ufficiale di Harry Potter rappresentata a teatro.

Recensione:



Eccola, finalmente vi posto la recensione di  questo libro. Scusate il ritardo, ma credo che a questo punto non ci facciate neanche più caso. Comunque devo dire che questi giorni in più che mi sono presa  mi sono servite per schiarirmi le idee e potervene parlare meglio , spero.,

Io, al contrario di molti di voi, non sono cresciuta con Harry Potter. Ho scoperto questa saga  quasi a ventidue anni. Il primo libro l'ho ricevuto in dono per l'Epifania del 2003. Sapete quando dicono che ' un libro ti può salvare da tutto, anche da te stesso?' ecco per me è stato così. Quel primo volume mi è giunto in un momento particolare e molto delicato della mia vita. Me ne sono innamorata subito, e  sono poi andata a comprarmi i tre libri seguenti, che fino ad allora erano stati pubblicati, e ho aspettato con impazienza che ad Ottobre di quell'anno uscisse L'ordine della fenice. Insomma  fra me e questa saga è stato amore a prima vista. Probabilmente  non devo neanche spiegarvi cosa mi ha conquistato della storia scritta dalla Rowling,. I personaggi, la trama, l'ambientazione fantastica. Il fatto che questa storia sia stata capace di emozionarmi e di farmi vivere tutte le emozioni possibili e immaginabili. Quanto ho riso con le battute di Ron e dei gemelli; come mi hanno fatto tenerezza alcuni personaggi ( tipo Luna) e come abbia pianto senza ritegno di fronte a tutte le morti.  Non a caso mi capita spesso di rileggere alcuni passaggi dei libri di Harry Potter , perché ormai fanno parte di me. 
Quando è uscito ' Harry Pottere la maledizione dell'erede' ero molto curiosa di vedere com'era. Ho cercato di non leggere recensioni in internet, e nonostante qualcosa sia inavvertitamente stata spoilerata ho voluto leggerlo e farmene una mia idea. Dunque cosa ne penso? Quando ho finito di leggerlo non sapevo bene neanch'io se mi fosse piaciuto o meno, Alcune cose mi erano piaciute e altre no. E mentre riflettevo mi si è formata nel,la mente una parola: FANFICTION.  Ora non ho niente contro le fanfic, anzi ne ho lette tantissime, su vari anime, libri etc... e ne ho scritte anche alcune, e chi mi conosce davvero sa che ho un rapporto unico e speciale con questo mondo, dato che tramite le fanfic ho conosciuto alcune delle mie amiche più care. Però credo che questa sia una fanfic. Una fanfiction abbastanza buona , ma non al cento per cento.  Ho apprezzato  molto l'idea di base della storia, il difficile rapporto padre figlio, i problemi adolescenziali, il fatto che vediamo anche altri punti di vista, e ho adorato Scorpius( e pensare che il padre per 7 libri non mi ha mai detto nulla ), e ho trovato molto belle alcune frasi.  Ma ci sono state cose che non mi sono piaciute. Il fatto, per esempio, che Ron ed Harry siano stati stravolti. Ora, io non ho mai adorato Ron come molte di voi, ma ne ho apprezzato molto il lato 'giocherellone'. Ma fra il giocherellone e l'idiota patentato c'è un abisso,per la miseria. Non c'è stato un solo momento in cui sia stato serio, in cui si sia comportato in modo maturo. Anche Harry l'ho trovato parecchio 'snaturato', e l'apice del disgusto  si è raggiunto con le accuse che ha rivolto verso Silente. Giuro ero allibita. Ma come, e tutti i dialoghi profondi che hanno avuto nei libri precedenti?  Forse Silente non gli ha mai detto ' Harry, ti ho voluto un mondo di bene', alla Chibiusa  verso Usagi, ma diamine gliel'ha dimostrato in tutti modi. E in certi ,momenti anche detto, con altre parole okey, ma  comunque l'ha fatto. Vi prego ditemi che non sono l'unica che si ricorda il motivo per cui Albus non ha rivelato subito la profezia a Potter. Ditemi che non sono l'unica che si è commossa quando sullo scoglio , alla fine del sesto libro, mentre Harry continuava a rassicurare il Preside dicendogli di non preoccuparsi  che andava tutto bene, Silente gli ha risposto ' Non sono preoccupato, sono con te'( ç_ç). E quanto mi sono emozionata  nell'ultimo libro  quando verso la fine si ritrovano in sogno e Silente lo saluta con quel  'Meraviglioso ragazzo, uomo di enorme coraggio'??? Per non parlare del fatto che in quell'occasione ha detto ad Harry che era migliore di lui. Ma cosa doveva fare quel povero vecchio per fargli capire quanto lo ammirasse, quanto gli volesse bene??? Scusatemi se mi sono dilungata su questo punto, ma è stata una cosa  che proprio non sono riuscita a mandar giù, anzi che mi ha dato proprio fastidio.   Penso che  questo sia stato uno dei motivi maggiori che non mi hanno fatto apprezzare fino in fondo la storia come libro e che mi hanno portata a considerarla una fanfic passabile, ne ho lette di migliori e più fedeli, e  chiedendomi come sia possibile che la Rowling l'abbia approvata.  Anche se ammetto che per certi versi è stato bello ritrovarsi catapultati in quel mondo, avrei solo voluto che certe cose fossero state,'meglio'. Quindi si, alcuni aspetti li ho apprezzati molto, ma purtroppo, altri non li ho potuti proprio sopportare , ritrovandomi a dare al libro appena la sufficienza.

Citazioni:

'' Tom Riddle non è mai uscito dal suo luogo oscuro. ed è diventato lord Voldemort. Forse la nuvola scura che ha visto Bane  era la solitudine di Albus. Il suo dolore. Il suo odio.  Non perderlo. Te ne pentirai  e se ne pentirà anche lui. Ha bisogno di te, e di Scorpius, che se ne renda conto o no.''

'' Il mondo cambia e noi cambiamo con il mondo. Io sto meglio in questo mondo , ma il mondo non è migliore. E io non lo voglio.''

'' La perfezione è fuori dalla portata dell'umanità, fuori della portata della magia. In ogni luccicante momento di felicità è nascosta questa goccia di veleno: la consapevolezza  che il dolore tornerà. Sii sincero con le persone che ami, mostra il tuo dolore. Soffrire è altrettanto umano che respirare''

Consigliato:  si, se la considerate a livello di scrittura amatoriale, altrimenti potete pure vivere senza leggerlo. 

Voto: