mercoledì 16 agosto 2017

WWW.WEDNESDAY #8



Buongiorno lettrici e lettori! Come state? Avete passato bene il ferragosto ieri? Spero di si. Io non ho fatto nulla di particolare: sono stata a casa e ho pranzato con i miei e alcuni parenti,Una cosa tranquilla insomma come piace a me. Oggi, finalmente, torno con il www dopo tanto tempo!  Non ricordo l'ultima volta che vi ho aggiornati sulle mie letture, ma  sinceramente non è che negli ultimi tempi abbia letto poi chissà quanto. Però grazie a queste due settimane di ferie ( che finiranno domenica, purtroppo),  sto recuperando. Volevo anche dirvi che questo WW fungerà un po' anche da News Entries dato che ci sono inseriti i libri che ho ricevuto in occasione del mio compleanno ( che vi ho mostrato però su instagram). Abbiate pazienza, non sono riuscita a farne un post :( Ma sono contenta di mostrarveli, sono tutti titoli davvero interessanti. O almeno, lo sono per me. E allora, pronti partenza, via!

Cosa hai appena finito di leggere?


Allora. Fino all'anno scorso non conoscevo Wulf Dorn da lettrice. Nel senso che non avevo mai letto niente di suo, anche se ne avevo sentito parlare bene da più persone. Poi  è successo che in vista dell'uscita di ''Incubo'  l'anno scorso, la Corbaccio mi avesse omaggiata del libro in versione pdf in anteprima, per potervene parlare ( cosa che ho fatto Qui).E Wulf mi aveva conquistata già allora. Con questo libri, regalo di amiche carissime, Wukf mi ha completamente fatta innamorare di lui. A dir poco geniale. Ma non dico di più e spero di potervene parlare presto. Aggiungo solo che La psichiatra merita di essere  fra i suoi libri di punta. 

Cosa stai leggendo?


Non so cosa ne pensiate voi di Sparks, ma a me piace davvero tanto. So che per alcuni è troppo ' romantico', ma io adoro i suoi romanzi. Così, con parte dei soldi ricevuti sempre per il mio compleanno mi sono presa La vita in due( e il libro che vedrete dopo ^^). Non ho tutti  libri di Sparks,  ma la trama e la copertina mi hanno conquistata. Come avrete facilmente intuito dal Teaser Tuesday di ieri è in lettura. Al momento sono solo all'inizio e non mi sbilancio molto, ma promette bene. Vi saprò dire.

Cosa leggerai?


Altro giro, altri thriller ^O^ La Ragazza nel parco  di Alafair Burke è l'altro libro che mi sono presa. Lo adocchiavo già da un po', poi una delle ragazze che mi ha regalato La psichiatra, e che come gusti letterari siamo praticamente in simbiosi, mi ha detto che il commesso in libreria giel'ha consigliato. Così mi sono buttata. La trama sembra buona, spero non sia una delusione.

Ecco qua, queste sono le mie letture, se vi va lasciate un commento su cosa ne pensate, o semplicemente per raccontarmi delle vostre letture. Bacioni _*




martedì 15 agosto 2017

Teaser Tuesday #6



Partecipare è molto semplice, basta seguire queste regole:

- Prendi il libro che stai leggendo
-  Aprilo ad una pagina a caso
- Trascrivine un breve pezzo ( No Spoiler)
-  Riporta titolo e autore del libro.


La vita in due
Nicholas Sparks

''Eravamo seduti in veranda con un paio di cupcake, mentre la mamma, Liz e London ne stavano sfornando un altro vassoio. Mio padre se li stava mangiando in salotto davanti alla tivù, senza dubbio in attesa che London lo raggiungesse. Lei lo chiamava sempre << nonnino >> e io la trovavo una cosa tenerissima.''

venerdì 11 agosto 2017

Recensione: L'ombra del silenzio


Autore: Kate Morton

Titolo:  L'ombra del silenzio

Casa Editrice:  Sperling & Kupfer

Collana :  Pandora

Genere:  Romanzo

Pagine:  540

Formato:  io e-book

Costo:  ebook 6,99( io preso in offerta a meno), tascabile 10,11 Rilegato :16,90


Trama:

1961. E una splendida giornata d'estate e la famiglia della sedicenne Laurel è in partenza per un picnic sulle rive del fiume che scorre vicino alla sua fattoria, nel Suffolk. Mentre tutti sono indaffarati nei preparativi, la ragazza si rifugia nella casa sull'albero della sua infanzia, e inizia a sognare. Sogna di Billy, il ragazzo che le fa battere il cuore, e di trasferirsi a Londra, dove è sicura che la aspetti un futuro straordinario. Ma prima che il sole tramonti su quel pomeriggio idilliaco Laurel assiste, non vista, a un crimine terribile. Un segreto che custodirà per anni e anni. 2011. Come aveva spesso fantasticato, Laurel è diventata un'attrice famosa e amatissima. Nemmeno il successo, però, ha potuto dissipare le ombre lunghe di quel passato lontano. Ossessionata dagli oscuri ricordi di ciò che accadde cinquant'anni prima, Laurel ritorna alla casa nel Suffolk per ricomporre i frammenti di una storia rimasta sepolta troppo tempo. La storia di un uomo e due donne, cominciata per caso nella Londra semidistrutta dalle bombe della Seconda guerra mondiale. Una storia di passioni fatali che segnerà tragicamente i destini di quei tre giovani tanto diversi eppure uniti da un indicibile mistero. Quello che solo Laurel, testimone innocente di un delitto nell'estate della sua adolescenza, è in grado di svelare.

Recensione:

Fra gli obbiettivi del 2017 c'era quello di leggere un libro della Morton. Ne avevo sentito parlare bene da  due youtubers che seguo e così volevo provare. Ho approfittato di un'offerta Kobo su questo titolo, e ho deciso di dare un'occasione a quest'autrice.  Pur avendone sentito parlare davvero bene anche da  altre parti sul web, non sapevo bene cosa aspettarmi. Devo dire in tutta sincerità, che non è andata male.



'' In seguito Laurel  si domandò spesso se le cose sarebbero andate diversamente se solo avesse avuto meno fretta, se con un po' di attenzione  quel terribile evento si sarebbe potuto evitare''

La storia è narrata attraverso più punti di vista, e con degli sbalzi temporali, che però non danno fastidio, anzi casomai è il contrario. La Morton grazie a questo espediente, riesce a  mettere in confronto  due diverse epoche e stili di pensiero, unite però dal segreto che fa da filo conduttore di tutta la storia, e che fino alla fine, ve lo assicuro, non riuscirete mai a capire. Sappiamo bene tutti come a volte questo trucchetto sia molto insidioso, e come possa rivelarsi un'arma a doppio taglio.  Molte volte a causa dei  salti temporali la trama non risulta solo confusa, ma anche noiosa e pesante. Ma a quanto pare la Morton sa quello che fa.   La storia si apre con una Lauren adolescente che assiste ad un omicidio. Anni dopo, una Lauren adulta cerca di capire e indagare  su quel fatto per dare un po' di pace a se stessa e alla madre ormai morente.  Certo, il viaggio verso la verità non sarà facile e ricco di sorprese tanto per Lauren quanto per il lettore, ma un viaggio che non si poteva evitare.
Lo stile della Morton è davvero ipnotico e coinvolgente, sebbene in alcuni punti l'abbia trovato un po' lento. Più che altro la parte centrale. Infatti le prime 200 cento pagine circa e le ultime cento scorrono veloci fra intuizioni e colpi di scena, mentre ho trovato la parte centrale lenta e noiosa, anche se era necessario ai fini della trama, lo ammetto. Le ambientazioni poi mi sono piaciute molto: si passa con estrema naturalezza dalla Londra della seconda guerra mondiale, alle pacifiche campagne inglesi. Il tutto descritto con poesia e delicatezza.  In questo modo viene facile affezionarsi ai personaggi, ma anche ad odiarli certe volte, e a sperare per il meglio.  Inoltre l'autrice ha saputo gestire bene la storia e i colpi di scena, senza mai, fino alla fine, farci arrivare  a capire davvero la verità.
Leggere questo romanzo è stata un'esperienza piacevole, perché se da una parte c'era  il filone giallo, dall'altra c'era il lato romantico della storia e la voglia di sapere com'era andata a finire.  A causa della parte  centrale lenta e poco coinvolgente, non   sono riuscita a farmi un'idea completa dell'autrice in generale. La Morton sa senz'altro gestire in modo eccellente una trama complessa, e  riesce a rendere in modo dannatamente  realistico i suoi personaggi, dando a ciascuno una propria personalità, ma quella parte mi ha un po' confusa. Mi sono ritrovata a chiedermi come fosse possibile che  quella parte fosse stata scritta dalla stessa mano che aveva reso il resto della storia tanto affascinante e coinvolgente. Ripeto, è solo  quella parte, e per il resto del libro mi è piaciuto molto, Senz'altro darò a quest'autrice una seconda possibilità per  farmene un'idea più completa. Magari ho semplicemente iniziato da uno dei suoi libri  meno riusciti, chi può dirlo?

Citazioni:

'' Ma non aveva scelta, bisognava andare. Il futuro era davanti a lei : una seconda occasione, una nuova vita. Non doveva fare altro che coglierla  e non voltarsi più indietro.''

''Dopo tanto, tanto tempo era arrivata. Aveva fatto quello che doveva essere fatto e finalmente poteva tornare a casa,''

Consigliato: Si, è un buon romanzo, che può accontentare anche chi non ama particolarmente le storie troppo sdolcinate.


mercoledì 26 luglio 2017

Recensione: Sei cose impossibili


Autore: A. G Howard

Titolo:  6 cose impossibili

Casa Editrice: Newton Compton

Collana : Vertigo

Genere: romanzo, Fantasy,, Ragazzi.

Pagine: 281

Formato: Rilegato

Costo: 10, 96 il cartaceo  4,99 l'e-book




Trama:

Alyssa Gardner è finalmente andata nella tana del coniglio e ha il controllo del suo destino, dopo aver affrontato innumerevoli sfide e avventure straordinarie. I tre racconti di questa raccolta narrano diversi momenti trascorsi dalla famiglia e dagli amici di Alyssa nel Paese delle Meraviglie. La madre di Alyssa, in II ragazzo nella ragnatela, rivive gli eventi che hanno portato alla salvezza dell'uomo che sarebbe, diventato suo marito. Morpheus, j invece, dà spazio ai ricordi di Jeb legati ai fatti narrati nel "Mio splendido migliore amico". Infine, in "6 cose impossibili", Alyssa J ricorda il periodo della sua vita dopo 17 j segreto della Regina Rossa, e il ruolo che la magia ha avuto nel difendere la felicità di » coloro che ama. Questo quarto capitolo della saga di A.G. Howard, che segue "Il segreto della Regina Rossa", fornisce uno sguardo più completo sul passato e sul futuro dei personaggi preferiti di questa avventura nel tempo.


Recensione


Eccomi, finalmente, con un altra recensione. Lentamente, molto lentamente, sto recuperando. Diciamo che me la prendo comoda tanto non è che sto galoppando con le letture,  quindi non ho fretta.  Dunque: Sei cose impossibili. Non credo sia un mistero per nessuno di voi che segue il mio blog il fatto che io abbia ADORATO questa splendida trilogia nata dalla penna di A.G Howard. Trovo davvero geniale il modo in cui ha saputo riadattare una storia vista e stra vista come quella di 'Alice nel paese delle meraviglie' .

Al contrario di quello che temo di solito quando ad una serie aggiungono capitoli o spin off, o simili, non ero preoccupata, sapevo chr la Howard difficilmente poteva rovinare la sua opera, e infatti non è successo. Uno perché è dotata di una grande talento nello scrivere bene gli avvenimenti delle sue storie, e con la sua fantasia non cade mai nel banale; due perché non si tratta di un proprio e vero  sequel, ma è semplicemente la narrazione di ' ' momenti mancanti' nei tre libri precedenti. Ovvero la prima storia narra  di come la madre di Alyssa, Allison, abbia conosciuto e salvato dalle grinfie di sorella due il ragazzo che poi sarebbe divenuto suo marito. La seconda Storia .narrata dal punto di vista di Morpheus, ci fa conoscere dei ricordi di Jeb inerenti al primo libro della saga, ed infine nella terza storia è Alyssa a narrarci come si è svolta la sua vita dopo il terzo libro e come abbia dovuto combattere per difendere tutto ciò che ama e in cui crede.
Ve lo dico col cuore, tornare  a viaggiare nel sottomondo in compagnia di Alyssa, Jeb e soprattutto di Morpheus è stato bello. Bello come quando si rincontrano dei vecchi amici dopo tanto tempo. Come al solito l'autrice non ha mai annoiato, anzi ci sono stati dei momenti carichi di tensione, e ha raccontato il tutto con grande abilità. Sorprendentemente, la storia che più mi è piaciuta è stata quella della madre di Alyssa. Forse perché era il personaggio  a cui effettivamente mancava un pezzo di storia, ed è stato bello poterlo scoprire. Ho amato , e molto gradito, il fatto che ci sia stata 'fedeltà', con la storia originale. Ecco, forse questo lo temevo: temevo che per  narrare qualcosa di   diverso, entrasse in contraddizione con la trilogia, ma invece la Howard ci ha dato quello che volevamo: originalità e fedeltà. I personaggi sono, come al solito resi benissimo, e hanno tutti una loro storia, una loro identità. Morpheus è sempre Morpheus, e lo amo sempre di più, e credo che mi mancherà ancora.  Leggendo questo libro però si è accesa in me, ancora di più, la convinzione  che sia lui  il vero protagonista della storia. Perché, credetemi, per quanto  anche gli altri personaggi siano spettacolari, vengono  oscurati da questa meravigliosa e complessa creatura. Si, persino Alyssa .Ma forse sono un po' troppo di parte, credo. Quindi in conclusione è stata una bella lettura, che pur non aggiungendo grandi avvenimenti a quelli già narrati, è stata comunque piacevole e interessante.

Citazioni:

''Sono convinta che la sua devozione nei confronti del Paese delle Meraviglie e di Morpheus le infonderà la forza per resistere e andare avanti''

''Non poteva essere se stesso senza Alyssa al, proprio fianco, lei era la luce che attirava ineluttabilmente  la falena che viveva in lui. Non si sarebbe fermato finché non l'avesse riportata dove doveva stare : nel Paese delle Meraviglie''

Consigliato: Si, ma solo se avete già letto la trilogia di Splintered.


mercoledì 12 luglio 2017

WWW.WEDNESDAY #7



E rieccoci nuovamente insieme anche oggi! Le ferie non previste a quanto pare mi hanno fatto be e mi sono servite per aggiornare un po' il blog. Non so se riuscirò a fare tutto quello che mi sono prefissata per il mio 'mondo di libri', ma prendiamo quel che c'è!
Allora oggi aggiornamento sulle mie letture, che non stanno ancora procedendo come vorrei, ma se non altro procedono, e questa mi sembra già una gran bella cosa.^_^ Cominciamo.

COSA HAI APPENA FINITO DI LEGGERE?


L'ultima mia lettura conclusa è stata ''Il magico potere del riordino'' di Marie Kondo. E' stata una lettura imprevista, ho approfittato di un'offerta su kobo store, e per certi versi strana. Non so bene se mi è piaciuta o no, e non so bene neanche come riuscirò a parlarvene, ma ci proverò. Anche se credo che sarà una recensione breve, molto breve. E comunque prima, devo recuperare altre recensioni ;P

COSA STAI LEGGENDO?



Fra gli obbiettivi del 2017 ( link del post aggiornato QUI), c'è quello di leggere un libro della Morton. Due youtubers che seguo con molto interesse amano quest'autrice, e siccome seguendo il consiglio di una delle due ho scoperto e amato 'Miracolo in una notte d'inverno'', ho deciso di inserire nei miei obbiettivi dell'anno una sua lettura. Approfittando di queste ferie improvvise, e soprattutto del fatto  che il nano è in vacanza, ho deciso di affrontare quest'autrice. L'ho iniziato lunedì, e sono quasi a metà libro. devo dire che non sembra male, anzi è piuttosto interessante , ma non voglio sbilanciarmi troppo ^^-

COSA LEGGERAI?


 Per leggere la Morton ho dovuto far slittare il terzo volume della saga di Beast Quest ^O^,  Poco male- Se ci sono ferie non previste meglio approfittarne e rimandare le letture veloci, che non escludo però possa svolgersi comunque entro questa settimana. ^^

Ecco qua, queste sono le mie letture. Fatemi sapere cosa ne pensate e se volete lasciatemi le vostre. ^_^







martedì 11 luglio 2017

News Entries


Buongiorno lettori e lettrici, e buon martedì! Come state? Spero che da voi non faccia troppo caldo e possiate godervi una giornata non troppo afosa. Piccolo  e veloce pos oggi, anche questo rimandato da troppo tempo, per mostrarvi le uniche due nuove entrate di Giugno. Siete curiosi? E allora non perdo altro tempo e ve le mostro subito:


 Eccole qua le mie entrate. Le ho presi entrambi da una ragazza su Facebook che li vendeva a metà prezzo, e come potrete facilmente vedere sono in ottimo stato. '' Il mio cuore e altri buchi neri'' era in WL da un pochino, dopo che ne avevo tanto sentito parlare bene dalla nostra cara Rowan, e così me lo sono preso. ''Althea e Oliver ' anche era in WL da parecchio, ma non so perché. Cioè,, la trama mi intriga molto, ma non ricordo come ne sono venuta a conoscenza. Be' o tramite qualche amica oppure tramite web ^O^. Comunque l'importante è che anche lui, finalmente, si sia aggiunto alla mia libreria.
Ecco qua, queste sono le mie entrate, se v va fatemi sapere cosa ne pensate. A presto :)



lunedì 10 luglio 2017

Recensione - I peccati di una madre-


Autore: Daniell Steel

Titolo:   I peaccati di una madre

Casa Editrice: Sperling&Kupfer

Collana : Pandora

Genere:  Romanzo rosa

Pagine: 409

Formato: digitale

Costo:  e book 6, 99; Rilegato 16,91; tascabile 8, 17. Io ho preso la versione digitale in offerta. ^^


Trama:

Determinata, brillante e con un infallibile fiuto per gli affari, Olivia Grayson è riuscita negli anni a trasformare il piccolo negozio di ferramenta della madre in un vero e proprio impero commerciale che oggi vanta negozi in tutto il mondo. Ha lavorato sodo per questo traguardo ma spesso, forse troppo, ha dovuto mettere in secondo piano la sua famiglia e in particolare i quattro figli. Così, alla vigilia del suo settantesimo compleanno, Olivia riunisce la famiglia per una splendida e lussuosa crociera nel Mediterraneo. Un gesto generoso con il quale vuole dimostrare l'amore per i suoi cari e farsi perdonare le infinite volte in cui ha trascurato gli affetti a causa del lavoro. Sembra l'occasione perfetta per ricominciare, ma i figli non hanno mai smesso di rinfacciarle le numerose assenze. Ora la famiglia è divisa tra profondi rancori e vecchi segreti, e una vacanza, seppure da sogno, potrebbe non bastare per rimettere insieme i cocci. Riuscirà Olivia in una sola estate a farsi perdonare le colpe di una vita? Danielle Steel firma ancora una volta un intenso romanzo sulla famiglia, sulla forza dei sentimenti e sull'amore incondizionato di una madre verso i figli.


Recensione:

lo so, lo so, lo so! Sono terribilmente indietro con le recensione, ma abbiate pazienza, pare che tutto, anche se lentamente, stia tornando alla normalità. Vedrò in queste ferie di recuperare un po', se ci riesco. Intanto iniziamo la settimana con  la recensione di un libro letto a fine Aprile, inizio Maggio. Lo so, è scandaloso questo ritardo, ma va detto che ho dato la precedenza alla recensione di Harry Potter e la Maledizione dell'erede, e poi sempre meglio tardi che mai.

''Lei era una parte di loro, proprio come loro erano una parte di lei. E, insieme, formavano un unico tutto''
Dunque ormai lo dovreste sapere che quando non ho tanta voglia di leggere, o non so su quale libro buttarmi, i libri di Daniel Steel per me sono una certezza. La certezza di rilassarmi con un romanzo leggero, scritto però in modo davvero egregio e  dai temi  molto attuali. Anche questa volta, la mia cara Danielle non si è smentita. In queste pagine ci racconta di come Olivia, una donna di successo, abbia sacrificato i figli per la carriera. E', purtroppo, il dramma di molte donne del nostro tempo., che in nome del successo e del lavoro, si ritrovano a 'trascurare i propri figli. Quello che la Steel ci mostra in questo libro, è che molte volte,  queste donne non lo fanno apposta,o comunque credono di agire nel migliore dei modi perché in fondo stanno lavorando anche per i loro bambini , cercando di lasciargli, magari, un buon conto in banca, e una sicurezza economica. Olivia ama profondamente i suoi figli, e per loro ha creato un'impero, anche se quando erano piccoli li ha spesso lasciati con il padre e la nonna, lo ha sempre fatto per loro. Da quando il marito però è mancato, ha organizzato di anno in anno,, delle splendide vacanze estive in modo da potersi dedicare ai nipoti e ai figli e riuscire a farsi perdonare. Ovviamente non è facile, o meglio...non per tutti è facile, ma piano piano anche grazie agli eventi  che la vita mette di fronte ai quattro figli della donna, riusciranno a capire quanti sacrifici la madre abbia fatto per loro e quanto li ami. Devo ammettere che le aspettative che avevo quando ho iniziato a leggere questo libro non sono state deluse,   anche stavolta l'autrice  si è superata, e ci ha regalato un romanzo godibile, pieno di personaggi umani ( alcuni talmente tanto da volerli prendere a ceffoni), e così simili alle persone che circondano la nostra vita che pare quasi di conoscerli. Ha affrontato  temi molto delicati come la morte o l'omosessualità in modo delicato e leggero. Per leggero intendo, privo di falsi moralismi , giudizi o pesantezza. Anche se ammetto che  forse quest'ultimo tasto poteva evitarlo, in quanto mi è sembrato un elemento un pochino forzato, ma comunque lo ha trattato molto bene.Una cosa che invece mi ha fatta storcere il naso invece è come ha risolto in modo un po' frettoloso il rapporto di Olivia, con l'ultima delle sue figlie, Cass. Cioè la cosa si è risolta solo a fine libro, e in modo che mi è parso...sbrigativo, ecco. Ma forse è solo la mia impressione, e devo tenere presente che comunque è 'solo' Danielle Steel  Che altro dire se non che  mi è piaciuto, e aspetto con ansia di tuffarmi nuovamente in uno dei suoi romanzi? anche se non credo succederà molto  presto. ^^

Citazioni:

'' Erano rimasti uniti nei tempi difficili e avevano fatto festa in quelli buoni, si erano perdonati reciprocamente gli errori commessi e avevano imparato qualcosa l'uno dall'altro.''

Consigliato: Si se amate l'autrice, o se semplicemente siete alla ricerca di un libro leggero, magari da portarvi in spiaggia o in piscina.